LittleBrother ti guarda

Nel caso in cui state leggendo questo articolo dal computer dell’ufficio, il vostro capo potrebbe essere la lettura elettronica sopra la spalla. Le nuove tecnologie hanno permesso ai datori di lavoro di verificare se i lavoratori stanno perdendo qualsiasi momento sui siti web ricreativi o inviano le e-mail non professionale. Ma quando esattamente fare gli interessi commerciali legittimi del datore di lavoro diventano invasione inaccettabile della privacy del lavoratore?

Anno precedente, il software è venuto sul mercato che ha permesso ai datori di lavoro per monitorare l’utilizzo di Internet dei loro lavoratori. Il pacchetto software impiega banca dati di circa 45.000 siti web che sono classificati come “improduttivo”, “produttivo” o neutrale “, e quindi che le tariffe dei dipendenti in base alla navigazione che fanno. Il software identifica gli utenti più frequenti e siti web più popolari. E ‘noto come LittleBrother.

Questo software, “LittleBrother” rappresenta incredibili capacità che la tecnologia ha dato ai datori di lavoro per tenere traccia della propria forza lavoro. Ci sono anche molti programmi per la ricerca e-mail e per bloccare i siti web discutibili. Al di là di installare il software di monitoraggio, il boss può semplicemente andare sul disco rigido, al fine di verificare la cache e per vedere dove sei stato su Net e per leggere messaggi di posta elettronica.

Beh, ha fatto si elimina il messaggio che hai mandato sulla incompetenza del vostro capo? Non buono abbastanza. Probabilmente l’e-mail cestino esiste ancora sul server e un certo numero di consulenti informatici in grado di recuperare quel messaggio.

Ebbene, tale monitoraggio dei dipendenti è diffuso ed è un fenomeno in crescita. Basta concentrarsi su e-mail, un sondaggio effettuato dalla Società per lo sviluppo delle risorse umane nel 1996 ha rilevato che circa il 36% delle imprese ha cercato messaggi dei propri dipendenti regolarmente e circa il 70% ha detto che i datori di lavoro dovrebbero avere diritto di farlo.

boss and employee

La legge:

Parlando legalmente, i dipendenti hanno molto scarso ricorso. La legge federale che è più rilevante è la Electronic Communications Privacy Act del 1986. Essa vieta l’intercettazione di comunicazioni elettroniche diversi se non è autorizzato. Ciò include e-mail. Tuttavia, i fornitori di servizi sono esentati dalle disposizioni di legge. La legge viene comunemente interpretata in modo da includere i datori di lavoro che forniscono accesso alla Rete ed e-mail, afferma David Sobel, che è consulente legale per Electronic Privacy Information Center di Washington, DC C’era un progetto di legge federale che avrebbe richiesto dai datori di lavoro ad almeno informare il i lavoratori circa il controllo su di loro, ma questo disegno di legge non è riuscito a venire a votare a partire dall’anno 1993 al 1995.

C’è una situazione simile nei tribunali. Secondo Dorothy Glancy che è professore presso la Santa Clara University, non ci sono molti casi in tribunale, e di solito tendono ad andare contro dipendente. Spesso è che le opinioni di corte prendono punto di vista che, se i dipendenti utilizzano la proprietà del datore di lavoro – le reti ei computer del datore di lavoro – l’aspettativa del lavoratore in materia di privacy è molto bassa. Glancy inoltre dice che nel caso in cui i lavoratori vogliono avere qualche comunicazione privata, possono avere sulla propria attrezzatura e il tempo.

In una presentazione sul monitoraggio dei dipendenti, Michael S. Burkhardt e Mark S. Dichter dello studio legale Morgan, Lewis e Bockius dicono che i giudici cercano di bilanciare le aspettative di privacy ragionevoli dipendente contro le giustificazioni di business del datore di lavoro per il monitoraggio. Per esempio, in Smyth contro Pillsbury Co., è stato sostenuto da Michael Smyth che aveva violato la sua privacy ed è stato scaricato dal lavoro ingiustamente dopo il datore di leggere alcune delle sue e-mail che ha scambiato con il supervisore. Tra gli altri diversi riferimenti offensivi, nei messaggi elettronici, aveva minacciato “uccidere bastardi pugnalate alle spalle” che lavoravano nella gestione delle vendite. E ‘stato stabilito dalla Corte che Smyth non ha avuto alcun ragionevole aspettativa di privacy sul sistema del suo datore di lavoro. E ‘stato, nonostante questo fatto che il datore di lavoro Pillsbury ripetutamente aveva assicurato i lavoratori che i loro messaggi di posta elettronica erano confidenziali. Corte ha anche dichiarato che l’interesse della società nel prevenire la condotta “poco professionale e inadeguato” superato il diritto alla privacy di Smyth.

Privacy come Morale Materia:

Beh, il fatto di essere di monitoraggio dei dipendenti legale non lo rende automaticamente a destra. Dal punto vista etico, un dipendente non rinuncia a tutti i suoi o la sua privacy quando entrano in un posto di lavoro. Al fine di determinare in che misura i diritti morali di subordinazione dovrebbero estendere, sarà utile per iniziare con breve esplorazione di come la privacy diventa materia morale.

Il professore di Filosofia SCU, Michael J. Meyer, spiega: i dipendenti sono agenti morali che sono autonomi. Ciò significa che i dipendenti hanno uno status morale indipendente, che è definita da alcuni diritti, e uno di loro è che essi non dovrebbero essere usati per l’altro solo come mezzo per aumentare i profitti complessivi o il benessere.

Il caso per il monitoraggio sul posto di lavoro:

Nel caso in cui un datore di lavoro utilizza alcuni software che spazia attraverso il computer in ufficio ed elimina i giochi installati dai lavoratori, poche persone si sentiranno di essere invasione della loro privacy. Il comfort dei dipendenti con tali intrusioni suggeriscono che la maggior parte delle persone non ridire datori di lavoro insistendo sul fatto che le apparecchiature che lei o lui fornito deve essere essere utilizzato solo per gli scopi di lavoro, almeno durante l’orario di lavoro.

La questione è che allora perché dovremmo essere recalcitranti quando i datori di lavoro cercano di fare in modo che le loro attrezzature non viene utilizzato per navigare i siti web che non sono legati al lavoro del dipendente? Il numero di ore che sono trascorse navigando on line i file di ricette della Epicurious sono tanto una violazione del contratto di lavoro come giocare è.

Rapporto qualità-prezzo è il principio che giace sotto secondo Joseph R. Garber che è un editorialista per la rivista Frobes. Nel caso in cui non sono espressi il rapporto qualità-prezzo, si è sdraiato in un certo senso. Garber ha pronunciato la seguente illustrazione: Nel caso in cui assumiamo qualcuno per dipingere la casa, e che la persona non fa parete nord, un oltraggio morale si farà sentire da noi. Allo stesso modo, nel caso in cui stiamo pagando gli operai per dare buona giornata di lavoro ed i lavoratori si trovano ad essere surf alcuni siti web X-rated, saremo moralmente indignato.

Questa “cyberlollygagging non è un piccolo problema. È stato trovato in uno studio della Nielsen Media Research che i dipendenti delle grandi aziende come Apple, AT & T e IBM loggato per edizione online delle migliaia penthouse di volte in un mese.

I datori di lavoro devono preoccuparsi per la perdita di produttività, così come hanno alcune legittime preoccupazioni riguardo all’uso della posta elettronica nei furti di informazioni proprietarie. Secondo “Manuale sul Crimine bianco” questo spiega perdite superiore a $ 2 miliardi di dollari l’anno. Trasferimento di tali informazioni potrebbero essere monitorata utilizzando i programmi che cercano i messaggi di posta elettronica dei dipendenti per le stringhe di parole sospette o dai datori di lavoro semplicemente raggiungendo nel disco rigido del proprio dipendente e lettura dei messaggi.

In anno un caso precedente, ex dipendente dei Sistemi Cadence ottenuto accusato di aver rubato le informazioni proprietarie e per l’intenzione di portare queste informazioni al rivale produttore di software Avant! I pubblici ministeri hanno detto che prima di quel dipendente lasciasse Cadence, ha inviato via email un file che conteneva cinque milioni di byte di dati a un account di posta elettronica personale. E ‘stato suggerito da questi messaggi di grandi dimensioni che potrebbe essere stato l’invio del codice sorgente dei prodotti della società. Ciò ha indotto Cadence contattare la polizia.

Oltre alla perdita di produttività e violato la sicurezza, ci sono altri pericoli, oltre che possono essere poste ai datori di lavoro da parte delle comunicazioni elettroniche. Molti datori di lavoro sono ora giuridicamente ritenuti responsabili per l’atmosfera sul posto di lavoro. Anche se i casi sono respinti in ultima analisi, i datori di lavoro si preoccupano del contenzioso, come $ 70000000 vestito che è stato portato dai dipendenti di Morgan Stanley, sostenendo che un ambiente ostile è stato creato dalle barzellette razziste sul sistema di posta elettronica della società.

Il caso di molestie sessuali anche abbastanza spesso cerniera sulle accuse di ambiente di lavoro ostile. Questo può essere evidenziato dal display lavoratore o il download di materiali pornografici da web. Garber commenta che i giorni in cui i ragazzi utilizzati per mettere coniglietti nude sugli schermi dei computer sono stati a lungo andato come questa è roba perseguibile.

Al fine di evitare abusi come questi, Garber sostiene che i datori di lavoro devono essere consentito di monitoraggio. Dice che le imprese non possono essere ritenuti responsabili per arrestare i comportamenti inaccettabili e quindi negare queste aziende gli strumenti che sono necessari per mantenere un controllo su tali comportamenti.

Il caso contro controllo negli ambienti di lavoro:

Si consideri lo scenario: Si tratta di un ora di pranzo. Un dipendente scrive nota per il suo fidanzato. Poi si mette quella nota in busta, poi mette un timbro su di esso che è suo, per poi arrivare questa busta in cestino in cui saranno raccolti la posta in uscita. Ora, ciò che carta e penna che usava appartenevano al datore di lavoro, dà alcun diritto di suo capo di aprire la busta e leggere la lettera?

Beh, la maggior parte delle persone risponde di no, ma questo è esattamente l’argomento che i datori di lavoro fanno per difendere il monitoraggio dei messaggi di posta elettronica, secondo Sobel di Electronic Privacy Information Center: Si sostiene dai datori di lavoro che come computer, essi hanno il diritto di leggere le email, che il computer produce. Situazione si complica da questo fatto che il lavoro e la vita personale non sono chiaramente delineati come un tempo erano, e questo è probabilmente a causa delle tecnologie che i dipendenti stanno monitorando. I dipendenti potrebbero telelavoro, facendo la maggior parte del business via rete ed e-mail. Spesso è che i dipendenti lavorano al di sopra di 40 ore settimanali. Nel caso in cui richiedere qualche minuto fuori al fine di inviare il messaggio a loro zia Margherita vive a Saskatoon, non hanno il diritto di aspettarsi loro e-mail riservate?

Dibattito in tutta onestà è anche una grande considerazione etica. Di solito, non è il più alto-up in aziende che sono monitorati, ma sono gli operai di linea. Ciò è particolarmente vero con il monitoraggio a colpo chiave. Questa è una forma di sorveglianza elettronica che misurano la velocità di entrata dei dati. In un articolo pubblicato su Public Personal Management: La maggior parte dei dipendenti che sono monitorati elettronicamente sono le donne che si trovano in posizioni clericali basso livello.

C’è anche la questione della Capogruppo sul fatto invasione della privacy è unico o modo meno offensivo di ottenere informazioni che datori di lavoro cercano. PC World ha condotto un’indagine, in cui un po ‘più della metà dei dirigenti che erano interviste erano contro monitorare l’uso di Internet dei dipendenti. Manger dei Brokers PC, Scott Paddock, ha detto alla rivista che si fida il suo dipendente prima. Nel caso in cui ci sono dei problemi con qualsiasi dipendente, i problemi si presentano automaticamente con qualsiasi necessità per lui di farsi coinvolgere nelle cappa e spada imbrogli. Poi ha continuato e ha detto che la seconda cosa è che nel caso in cui ha trascorso del tempo sul controllo utilizzo del web dei suoi dipendenti, sarebbe colpevole come suoi lavoratori in perdite di tempo. Se i datori di lavoro costruire la fiducia, il comportamento dei dipendenti si conformerà automaticamente alle certe norme e non a causa della paura di essere guardati, ma piuttosto per la cura e il rispetto che sono una parte di tessuto comunale.

Alcuni Possibilità di Common Ground:

Mooting molte delle questioni etiche di cui è possibile sostenendo che il monitoraggio si riduce alla domanda di contratto. Questa è la visione di un professore presso la Scuola SCU di legge e un economista, David Friedman. Secondo lui, non esiste alcun accordo che è giusto moralmente per tutti. Cosa importante è ciò che è concordato dalle parti. Nel caso in cui la promessa della privacy è dato dal datore di lavoro, allora deve essere rispettata. E d’altra parte, se datore di lavoro si riserva diritto di leggere e-mail o di monitoraggio navigazione sul web, sia i lavoratori possono accettare questi termini o si può guardare in altri posti per trovare lavoro.

L’argomento di Friedman non affronta i problemi dei lavoratori a livelli di reddito più bassi, che non hanno alcuna scelta di accettare il lavoro. Anche se hanno una scelta, che sono suscettibili di essere la scelta tra le posizioni che sono entry level e che hanno come caratteristica il monitoraggio dell’ambiente di lavoro.

Tuttavia, Friedman non puntare ad una zona in cui ci potrebbe essere un terreno comune tra i sostenitori e gli oppositori del monitoraggio. Si è concordato dalle maggior parte dei partiti per discutere che le aziende devono disporre di politiche molto chiare in materia di sorveglianza elettronica dei dipendenti e queste politiche devono essere comunicati in modo efficace per loro.

Si è suggerito da un recente studio della International Data Corp. che tale chiarezza attualmente non prevale. E ‘stato dimostrato da un’indagine dei dipendenti a circa 110 imprese che circa il 45% dei dipendenti pensato che società non ha avuto alcun politica sulla posta elettronica a tutti. E quelli che sapevano circa la politica aziendale era sia conosciuto dal passaparola o sono stati coinvolti direttamente nel scriverlo.

Si ritiene da Pozzi che partecipazione dei dipendenti nella creazione di politica di controllo è un altro modo di trovare il terreno comune. Amdahl, riunendo il direttore e gli impiegati per sviluppare le linee guida ei principi per la posta elettronica, è stato in grado di creare una tale politica che era accettabile per entrambe le parti, dice Pozzi.

I datori di lavoro che riservano il diritto di monitorare i loro dipendenti devono partecipare a considerazioni che Parent propone, facendo in modo che il monitoraggio serve scopi legittimi e segue le procedure chiare per proteggere la vita personale di un lavoratore dalla indiscreti inutile, sia per la LittleBrother o dal Big Fratello.